Processed with VSCO

racconto di Rosa Cassese

foto di Massimiliano Ricci

Neve sulle scarpe

Abbandonate sulla terra volevate assaporare la sua nudità, avete corso tanto da far male, rimpiangendo però di essere state lasciate perché vecchie ma, un porto sicuro.

Con le scarpe, puoi viaggiare di fantasia, raggiungere mondi sconosciuti, zone inesplorate, fuggire dalle guerre, evitare il gelo della miseria, esaltare la “gioia” della ricchezza. Umili “aggeggi” a volte costosi, altre di scarsa qualità e di poco prezzo ma tanto utili per camminare persino nell’animo colmo di paura, pulendolo e imbiancando il cuore dopo aver lasciato le orme nella neve.

Quali i motivi di tale abbandono? Forse erano strette o più piccole di numero, ricevute in dono o per pietà o rubate a qualche altro sventurato.  Avete esaltato la mia fantasia di aspirante fotografo lasciando un segno indelebile e un grande interrogativo: di chi siete?

Rosa Cassese